Vacanze in monasteri e templi: luoghi sacri per i duri di cuore

0

Signore, non sono degno di partecipare alla tua mensa, ma lasciami partire in vacanza ed io sarò salvato.


Se il peso del peccato originale dovesse diventare troppo opprimente e pensieri, parole ed opere integrassero pericolose omissioni o nefandezze di fronte a Dio Onnipotente, non vi resterebbe che concedervi una tanto salutare quanto salvifica vacanza spirituale. Perché, dunque, non saldare l’umana condizione di pubblicani, su cui ha più volte parlato a braccio Papa Bergoglio, all’estrema necessità di dover spegnere il fuoco dell’inferno della vita quotidiana con un breve soggiorno in un luogo sacro?
In tal senso, il monastero di Bose potrebbe fare al caso vostro. Situato in una frazione del comune di Magnano, in provincia di Biella, in tale roccaforte spirituale si dispiega il casto stile di vita dei monaci e monache riuniti nella Comunità di Bose, evangelicamente radicato nel celibato.

monastero-di-bose

Nel monastero, che vede nelle vesti di priore il celeberrimo religioso e scrittore Enzo Bianchi, autore di numerosi libri sui temi caldi della spiritualità, vi sarebbe la possibilità di soggiornare e condividere gli stessi spazi e rituali con credenti di ogni risma, dal più laico al più infervorato. Nell’ambito delle attività della Comunità di Bose, riconducibili alla cd. “Agenda dell’ospitalità”, figurano infatti corsi di studio aventi ad oggetto le discipline bibliche, destinati non solo ai novizi ma anche agli ospiti o pellegrini, nonché esercizi spirituali per presbiteri, incontri con il priore, concerti vesperali e ritiri.

enzo-bianchi

Ciò non toglie che, per i più incalliti apostoli della solitudine, possa esservi tempo e spazio per un isolato raccoglimento nell’incantevole cornice della frazione biellese, crocevia dei paesaggi dell’anima degli invitati alla Cena del Signore. Per i più volenterosi che intendessero, inoltre, unire all’aspetto spirituale quello culturale, vi sarebbe, a poche decine di kilometri, ossia a Torino, l’occasione di partecipare all’ultima parte del ciclo di incontri “Dalla parte di Eva: le donne e le religioni”, coda di cometa della decima edizione di “Torino Spiritualità”.


Invece, per chi volesse sempre bere dal calice della sacra meditazione, ma lasciandosi, al contempo, alle spalle riti e stantie formule di cristiana memoria, non vi sarebbe miglior opportunità che una visita al tempio buddhista zen Shobozan Fudenji. La piccola località collinare di Bargone, vicino Salsomaggiore Terme, accoglie infatti una comunità religiosa, il cui monacale incedere è pervaso dalla meditazione e dal sano zelo agli insegnamenti del buddhismo.

tempio-buddista-zen

Dal 28 dicembre al 1 gennaio potreste dunque trascorrere in letizia le vostre vacanze di Capodanno, tra la piacevole incudine della meditazione seduta (cd. Zazen) e gli introspettivi massaggi e cerimonie del thè, veri martelli che risveglierebbero la vostra spiritualità intorpidita. Inoltre, il 1° gennaio, gran chiusura con cerimonia propiziatoria di inizio anno (cd. Shusho-E), per superare la recessione economica e spirituale causata dagli spiriti animali della finanza creativa e della globalizzazione.

Share.

About Author

Leave A Reply