BONUS VACANZE: come usufruirne e tutte le offerte di chi aderisce all’iniziativa

0
918309

La recente pandemia causata dal Coronavirus (Covid), ha costretto moltissime realtà lavorative alla temporanea chiusura. Un colpo durissimo è stato inferto alle attività che operano nel settore del turismo e dei viaggi. Oltre ai limiti imposti per gli spostamenti interni, dapprima ai comuni ed in seguito alle regioni, hanno dovuto fare i conti soprattutto con le numerose prenotazioni cancellate causa pandemia mondiale. Nonostante ora sia possibile viaggiare e spostarsi, rimane comunque il problema legato alla paura e all’aspetto economico che attanaglia migliaia di famiglie in tutto il mondo. Purtroppo le manovre iniziali dal governo non sono bastate per ovviare al problema. In seguito sono state adottate altre misure per una ripresa economica più efficace. Stiamo parlando del Bonus Vacanze relativo al Decreto Rilancio (d.l.34/2020). Questa manovra tende a porre rimedio alla mancanza di prenotazioni da parte sia di italiani, sia di stranieri. Purtroppo moltissime strutture e ristoranti annessi non riescono ad aprire a causa del forte impatto economico subito, perciò il Decreto Rilancio tende ad aiutare la ripresa economica anche del settore viaggi e turismo.

Cosa bisogna fare nel concreto e quando? La richiesta va effettuata in un lasso di tempo che va dal primo luglio fino al 31 di dicembre. Gli unici che possono accedervi sono le famiglie che dimostrano un ISEE in corso inferiore ai 40.000 euro. Una volta soddisfatti i requisiti necessari, va scaricata l’applicazione IO, per poter accedere ad un QR Code che certifica e convalida il bonus ottenuto. Questa app è disponibile sullo store di iOS ed Android in una versione stabile. Tale aiuto economico è dedicato solo a coloro che soggiorneranno in strutture italiane, spendibile tutto in una soluzione unica. Tali strutture sono assegnate ad un codice Ateco il quale indica 55.1 alberghi e simili, 55.2 alloggi per vacanze, 55.3 zone di campeggio e 55.9 altri alloggi. In quanto ogni struttura sceglie se aderire o meno alla riforma, bisogna contattare la medesima ed assicurarsi che accetti il bonus prima di prenotare. Questo perché non avendo il codice Ateco 55, ad esempio alloggi privati senza P.iva, non possono accedere al servizio del Decreto Rilancio. In base ai componenti del nucleo familiare, ci sono tre fasce di prezzo di cui si può beneficiare, quali:

  • 150 euro, per i single;
  • 300 euro, per i nuclei familiari di due persone;
  • 500 euro, dai tre componenti a salire

Inoltre l’erogazione avviene in due percentuali, 80% e 20% rispettivamente per lo sconto al saldo soggiorno e come detrazione d’imposta nella prossima dichiarazione dei redditi. Invece, per il fornitore della struttura, sarà da recuperare tramite F24 come credito d’imposta. Se spendi meno? Se la spesa è inferiore all’importo ricevuto, lo sconto 80-20 verrà applicato alla cifra effettiva.
In precedenza abbiamo parlato del soddisfacimento di determinati requisiti. Prima di tutto bisogna accedere all’app IO tramite SPID o CIE (carta d’identità elettronica). Poi essere in possesso dell’ISEE e del DSU, per dimostrare di poter usufruire della richiesta. Infine non è ammessa la prenotazione tramite intermediari telematici, se non agenzie di viaggio e tour operator. Una volta scaricata l’app e aver effettuato l’accesso, dal primo luglio si può fare la domanda all’interno della stessa. La risposta arriverà, all’interno della piattaforma, nelle seguenti forme:

  • richiesta confermata e l’Inps assegnerà l’importo e i nomi dei beneficiari;
  • richiesta valida ma già presentata da un altro membro della famiglia, perciò non viene erogata;
  • ISEE più alto di 40.000 euro annui e quindi nessun beneficio;
  • DSU mancante, da presentare prima dell’ISEE

918305918304 918306 918307
Una volta ottenuto il QR Code, bisogna condividerlo con la struttura prenotata per il soggiorno. Basta mostrarlo all’esercente della stessa, corredato da codice fiscale del proprietario del codice, il quale caricherà in seguito i dati sul portale dell’Agenzia delle Entrate. Una volta accettato e confermato il codice sconto, non sarà più usufruibile.

Share.

About Author

Leave A Reply